ext_84794: Kate Todd (sherlock)
[identity profile] domaris68.livejournal.com posting in [community profile] speakingofdreams
Immagino di essere l'unica fan italiana di questa simpaticissima Radio Comedy britannica. L'ho scoperta per caso, grazie al fatto che una delle voci è Benedict Cumberbatch (interpreta Martin Crieff, per l'appunto) e non mi sono mai divertita tanto!


Titolo: I wanted to be an aeroplane
Genere: commedia
Rating: per tutti
Personaggi: Martin Crieff
N. parole: 528


Non è mai stato così in ritardo. Non sarebbe mai arrivato a casa di Carolyn in tempo, nemmeno se non avesse forato una gomma prima ancora di partire. Si è dovuto rassegnare a prendere il furgone per raggiungere l'aeroporto e poi non ha potuto fare a meno di tardare ulteriormente perché non avrebbe mai permesso a nessuno di vedere il capitano scendere da quel vecchio rudere ed è dovuto andare a cambiarsi e fare l'ultimo tratto di strada a piedi, velocemente ma mantenendo un'andatura dignitosa. E alla fine il ritardo è diventato abissale perché per un attimo ha avuto tutta la sua vita davanti, dato che nonostante le sue precauzioni il furgone era perfettamente visibile dalla pista, ed è stato uno shock.
Marty, il giovanotto che fa consegne a domicilio con il vecchio furgone, unica eredità ricevuta dal padre. E il Capitano Crieff, orgoglioso pilota d'aereo, nonostante gli ci siano voluti innumerevoli tentativi per prendere il brevetto.
Quello davanti a lui è il suo sogno, quello che ha desiderato con tutto il cuore da quando aveva sei anni, ed è disposto ad ammettere di essere stato un po' confuso prima di quell'età perché il suo sogno precedente era stato quello di essere un aeroplano. Ma ce l'ha fatta e poco conta che non riceva alcun compenso.
Dietro di lui c'è il suo lavoro. Il furgone: vecchio, vivacemente colorato e con grandi insegne laterali (se hai una piccola impresa basata sul tuo mezzo di trasporto devi farlo sapere a tutti, questo lo afferra persino lui che di affari non ne capisce niente). Deve pur mantenersi in qualche modo e fare consegne a domicilio gli permette di pagare tutte le spese, compreso il conto astronomico della lavanderia a secco, perché il capitano di un velivolo non può permettersi di andare in giro con la divisa meno che impeccabilmente stirata e inamidata e lui, la sola volta che ci ha provato, ha fatto un buco nella giacca con il ferro.
Non ha tempo per una vita privata, lavora per vivere e vive per pilotare il luccicante aereo davanti a lui. Sempre che Carolyn lo perdoni per il ritardo e non lo licenzi. Gli si spezzerebbe il cuore se lo facesse perché l'insopportabile Douglas, l'ingenuo Arthur e l'autoritaria Carolyn sono la sua famiglia e perché nessun altro al mondo gli permetterebbe di sedersi in una cabina di pilotaggio e questo non potrebbe mai sopportarlo.
- Martin! Grazie al cielo hai ascoltato il mio messaggio! Il tuo provvidenziale ritardo ci ha liberati di un breve volo pieno di fastidiosissimi passeggeri e abbiamo guadagnato un carico inanimato per Taiwan, - lo apostrofa Carolyn da dietro facendogli quasi venire un infarto.
E' perplesso, e direbbe sicuramente una stupidaggine se Douglas e Arthur non arrivassero in quel momento, impegnati in una discussione particolarmente bislacca a cui si sente in dovere di partecipare. E sorride, felice che il suo ritardo sia stato per una volta non una delle sue solite sfortune ma proprio quello che ci voleva. Salendo a bordo si sofferma un attimo davanti al portellone e posa una mano sul metallo lucente.
“Volevo essere un aeroplano ma è molto meglio essere il suo pilota.”

Fine

12 gennaio 2011

da Joy

Date: 2011-01-20 03:43 pm (UTC)
From: (Anonymous)
<3<3<3
non conosco la serie ma è stato uno spasso leggere questa storia ^^

Date: 2012-08-23 12:41 am (UTC)
From: [identity profile] mistressvale.livejournal.com
*Oh joy!* Finalmente ho trovato una ficcy su Cabin Pressure in italiano! Solo per questo meriteresti una statua, sappilo. E per di più è super carina. <3
L'immagine di Martin che tenta di stirarsi la divisa e finisce con il bruciarla con il ferro da stiro ha un non so ché di estremamente credibile/canon. Per non parlare del fatto che per una volta il nostro capitano pur arrivando in ritardo ne combina una giusta (qui c'è puzza di bruciato. Che ci sia sotto lo zampino di Douglas?)
Cavolo, mi è piaciuta un sacco! Sei proprio stata brava, complimentoni. O, come direbbe Arthur: BRILLIANT!

Profile

speakingofdreams: (Default)
Speaking of Dreams

March 2017

S M T W T F S
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Page Summary

Style Credit

Expand Cut Tags

No cut tags
Page generated Jul. 28th, 2017 02:33 am
Powered by Dreamwidth Studios